Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Curarsi con le erbeMalva silvetris – (Malvacee)

MalvaLa facilità con cui la malva si rinviene e l’abitudine della pianta di crescere presso gli abitati, la rende facilmente riconoscibile anche agli inesperti. Oltre per le sue note proprietà emollienti la malva viene usata nelle irritazioni della cavità dei denti, dello stomaco, dell’intestino e delle vie urinarie. Per tutti questi scopi si prepara l’infuso con 50gr. di droga fatti riposare per 10 minuti in 1 litro d’acqua bollente. Trascorso questo periodo si filtra premendo delicatamente la droga e si consuma nelle dosi di 3 tazzine al giorno prese lontano dai pasti. Come espettorante e diaforetico si utilizza lo stesso infuso addolcito con 50gr. di miele. Uso: da 3 a 5 tazzine al giorno. Contro le infiammazioni gengivali, si utilizza l’infuso pre-parato ponendo a riposare 100gr. di malva in 2 litri d’acqua bollente per 15 minuti. Si filtra e se ne consumano 2 tazze al giorno pree lontano dai pasti. Contro la tosse si fanno sbollentare in 1 litro di latte una manciata di foglie fresche. Quindi si filtra, si aggiunge miele e se ne consumano 4 – 5 tazzine al giorno. L’infuso (50gr. di malva fatti riposare per 10 minuti in 1 litro d’acqua e accuratamente filtrato) serve per detergere gli occhi in caso di congiuntiviti. L‘elevato contenuto di mucillagini fa della malva una pianta lassativa. Raccolta: Si utilizzano i fiori raccolti all’inizio della fioritura e le foglie. L’esiccazione va fatta in luogo ombroso e ventilato. ANGINA: L’angina è comunemente conosciuta sotto il termine di mal di gola. Essa raggruppa tutte le forme infiammatorie che interessano il cavo oro-faringeo come faringiti tonilliti. Decotto: 30gr. di malva, foglie e fiori; 30gr. di agrimonia, sommità fiorite; 30gr. di eucalipto, foglie. Mescolare in maniera omogenea le droghe, dosare 1 cucchiaio e far sbollentare per 1 minuto in 250ml di acqua. Trascorso questo periodo lasciar riposare per 15 miuti e filtrare spremendo bene le droghe. Fare dei gargarimi e sciacqui al cavo orale. Si ripeta l’operazione nel corso della giornata.

 BRONCHITE: La ricetta seguente va usata nella bronchite acuta. Infuso: 10gr. di melissa, foglie; 20gr. di eucalipto, foglie; 20gr. di malva, foglie e fiori. Mettere le droghe a riposare per 15 minuti in 1 litro d’acqua bollente. Trascorso questo periodo filtrare. Consumare 2 tazze al giorno lontano da pasti.

CALCOLI AI RENI E ALLA VESCICA: Decotto 20 gr. di gramigna, radice; 20gr. di malva, parte aerea; 20gr. di parietaria, foglie. Mescolare in maniera omogenea le droghe, avendo cura di ridurre la gramigna in pezzetti molto piccoli. Dosare 1 cucchiaio porle a bollire per 5minuti in 250ml d’acqua. Trascorso questo periodo lasciare riposare una decina di minuti e filtrare spremendo bene i vegetali. Consumarne 3 tazze al giorno per una ventina di giorni mattino, pomeriggio e sera lontano dai pasti principali. Sospendere per 10 giorni e ripetere la cura in caso di necessità.

CISTITE: Decotto 40gr. di malva, parte aerea; 20 gr. di erica, sommità fiorite. Porre le droghe a bollire per una decina di minuti in un litro d’acqua. Trascorso questo periodo filtrare. Consumarne 3 tazze al giorno prese al mattino, pomeriggio e sera lontano dai pasti.

EMORROIDI: Decotto 50gr. di malva, parte aerea. Far sbollentare per 1 minuto la droga in 1 litro d’acqua. Trascorso questo periodo lasciar riposare per 15 minuti e filtrare. Consumarne 3 tazze al giorno, mattino, pomeriggio e sera a digiuno. Questa tisana è particolarmente efficace se usata come preventivo.

GOTTA: Decotto 40gr. di tarassaco, foglie; 80gr. di gramigna, rizoma; 20gr. di ortica, foglie; 30gr. di malva, parte aerea. Mescolare in maniera omogenea le droghe. Dosarne 1 cucchiaio e porle a bollire per 6-7 minuti in 250ml di acqua. Lasciar riposare in infusione per 15 minuti e filtrare. Consumarne 2 tazze al giorno prese lontano dai pasti principali.

OCCHI ARROSSATI – compressa 10r. di malva, parte aerea. Porre la droga a bollire per 10 minuti in 250ml d ‘acqua. Lasciare in infusione finchè intiepidisce, quindi filtrare accuratamente. Applicare sulle palpebre al mattino ed alla sera compresse bagnate con questo decotto.

REUMATISMI: Infuso 30gr. di olmaria, fiori; 30gr. di frassino, foglie; 30gr. di malva, parte aerea. Porre in infusione in 1 litro d’acqua le droghe per una decina di minuti, quindi filtrare. Consumarne 2 tazze al giorno prese lontano dai pasti

TISANA DIURETICA: Decotto 30gr di tarassaco, foglie e radici; 20gr. di parietaria, parte aerea; 30gr di malva, parte aerea; 30gr. di gramigna, rizoma. Porre a bollire le droghe per 5 minuti in 1 litro d’acqua. Lasciar riposare in infusione per 15 minuti, filtrare spremendo bene le droghe. Consumarne 2 tazze al giorno mattino e sera, lontanodai pasti per 15 giorni.