Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

L’Associazione Culturale Cy­praea, presieduta e fondata da Cecilia Coppola, per la XXI edi­zione della Festa internazionale della Primavera ha proposto il tema “ Un viaggio alla scoper­ta del pane: sapori della terra, profumi della memoria, tradi­zioni mai scomparse”. E’ da una antichissima tradizione di sano spirito popolare che proviene quella locuzione che ci fa indi­care qualcosa di indispensabi­le, o comunque di veramente importante, come “il pane della vita. All’appuntamento hanno risposto come sempre migliaia di ragazzi da quattro continen­ti Africa, America, Asia, Europa e da sette regioni italiane che confluiranno festosamente a Meta di Sorrento dal 6 all’ 11 giugno. L’adesione più compatta è ve­nuta da una nazione in guerra, la Palestina, con più di venti scuole. Tutti questi giovani sono il PANE con il quale la Cypraea intende dar nutrimento alla Festa, oggi, e in prospettiva allcypraeae istanze irrinunciabili e planetarie di pace, rispetto per l’ambiente e sviluppo, domani. L’arrivo dei giovani è stato preceduto dai lavori da loro compiuti sul tema del concorso, inviati alla Cypraea: migliaia di disegni, cartelloni, manuali, CD, DVD, perfino brevi filmati che ripor­tano la lavorazione del pane, secondo antiche usanze e se­condo quelle attuali, più sofisti­cate ed industrializzate. Lavori che saranno oggetto di una grande ed interessante Mostra itinerante nel prossimo anno, a dimostrare l’impegno della nuova generazione, troppo spessa visualizzata solo nel suo aspetto peggiore, trascurando di evidenziarne la serietà, la ma­turità, il sacrificio, il desiderio di stare insieme, di confrontarsi e costruire un futuro colmo di pace. Nel soggiorno sorrentino i ragazzi svolgeranno laboratori a carattere ludico e sperimen­tali, come quello con la lavora­zione in diretta del pane a cura di numerosi fornai presenti, che faranno da guida. I giovani nel corso del meeting primaverile faranno escursioni marine, visite in località tradi­zionali e incontri nelle scuole. Da venerdì 8 giugno a lunedi 11 giugno tutti insieme a vivere una bella esperienza di condivi­sione di vita, di ideali, di amici­zia, e anche di cibo, quello che manca a molti di loro nel loro paese, quel “ pane negato” che procura fame e che invece do­vrebbe essere il bene primario per ogni popolo. Hanno scritto i ragazzi della Puglia « faremo un grande pane, un pane così grande e magico che servirà a sfamare i bambini che hanno fame… un pane che conterrà il companatico della pace e tanto buon senso per quegli uomini che hanno la responsabilità di avere nelle proprie mani il de­stino delle nazioni”. Il meeting si terrà a Meta di Sor­rento nello splendido scenario mediterraneo del Bleu Village dal quale la sera del 9 giugno alle ore 20,30 partirà la fiaccola­ta della pace che si concluderà al Giardino degli Agrumi che diverrà il palcoscenico di dan­ze folcloristiche delle nazioni presenti, di musica, canti, e di un’esposizione di pane che for­nai prepareranno al momento. Anche domenica 10 giugno visite sul territorio come “ Il Piz­zo”, il Museo Correale, l’Istituto d’Arte, i borghi marinai, e tante altre iniziative. Lunedì la visi­ta al golfo di Sorrento fino ad Amalfi sulla Marine Club, mes­sa a disposizione dall’armatore Roberto Fluss. Tra i lavori classificatisi al Pre­mio Internazionale Cypraea Giovane Europa la Giuria ha apprezzato il toccante disegno delle alunne Francesca Avitabi­le, Rosaria Di Guida, Margareth Vanacore ben coordinate dal Professore Luigi Ioviero dell’Isti­tuto d’Arte di Sorrento. Un’im­magine luminosa di Cristo con accanto due figure che rappre­sentano le religioni cristiana ed islamica, ai loro piedi il pane e la stella della Chiesa della Natività di Betlemme, un messaggio di convivere insieme in pace al di là di ogni credo o colore poli­tico come hanno affermato le giovani autrici: ”noi vogliamo un mondo in pace che per­metta a tutti di realizzarsi con serenità, di fare amicizie e con­frontarsi con i nostri coetanei di etnie diverse, di scoprire an­tiche tradizioni, nuovi contati sociali, programmi comunitari e di prepararci alla nostra vita con maturità e coraggio senza che le armi lo facciano in no­stra vece. Abbiamo compreso, attraverso la partecipazione al concorso della Cypraea, che è bello fare squadra e riflettere di più sulle scelte che si presenta­no”. Souzan Fatayer, esponente della Comunita palestinese in Campania, ha detto che il qua­dro rappresenta fratellanza ed amicizia fra i vari popoli in se­gno della Pace non solo in Pa­lestina ma in tutta la terra e che ne porterà una riproduzione a Nablus.