Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Museo Correale di TerranovaIl Museo sorrentino fu istituito per volontà di Pompeo e Alfredo Correale, ai cui testamenti fu dato seguito ed esecuzione nel 18 gennaio e nel 15 settembre del 1900. Nel 1916, morì la vedova di Alfredo Correale, Angelica de’ Medici, Principessa di Ottajano, che arricchì il Museo con una cospicua donazione di oggetti e mobili provenienti dal ramo della storica famiglia fiorentina. Il Museo fu inaugurato il 10 maggio 1924 dall’allora Ministro della Pubblica Istruzione Giovanni Gentile. Il dono che la famiglia Correale fece dell’elegante edificio settecentesco e delle preziose raccolte a Sorrento, si inseriva nello spirito della profonda tradizione culturale di questa terra, che giustamente si inorgoglisce di aver dato i natali a Torquato Tasso. Le collezioni d’arte della Fondazione Correale di Terranova offrono un’ampia documentazione delle arti pittoriche e decorative napoletane, dal XVI al XIX secolo. Completano la raccolta alcuni dipinti fiamminghi e olandesi del XVII secolo, un interessante gruppo di dipinti di paesaggisti stranieri (XVI-XIX secolo), alcuni mobili veneziani e inglesi della prima metà del XVIII secolo, una pregevole raccolta di orologi e oggetti vari, una collezione di maioliche e, infine, la prestigiosa raccolta di porcellane italiane e straniere del XVIII secolo. Nel Museo è presente anche un’importante biblioteca e una sezione archeologica che testimonia l’antica origine della città di Sorrento. Il parco e la terrazza-belvedere completano la visita del “più bel Museo di provincia italiano”. Nel corso degli anni, poi, la collezione si è arricchita di lasciti e donazioni che ne hanno ulteriormente accresciuto il valore artistico-culturale. Un valore tale, riconosciuto sia in Italia che all’estero, che ha prodotto numerose occasioni di prestiti di opere per le più importanti mostre allestite in ambito nazionale ed internazionale. Chi ha avuto il piacere di visitare il Museo Correale lo ha trovato un vero paradiso, immerso in una realtà sociale che ha imparato a valorizzarlo, giacché il Correale, per posizione, organizzazione e raccolte, non ha nulla da invidiare agli altri musei italiani e stranieri. Quelli che si apprestano a visitarlo per la prima volta, hanno un motivo in più per apprezzarlo: il Correale è un museo “d’atmosfera”, grazie all’ottima concezione museale, con una distribuzione così corretta degli arredi e dei dipinti, delle varie raccolte di porcellane e di maioliche, delle successive donazioni e degli oggetti d’arte, come dei capolavori dell’artigianato sorrentino, con le sue strepitose tarsie, che perfino nelle stanze che raccolgono i reperti archeologici, riesce a non essere mai “noioso”. Luogo della memoria e del passaggio umano, ma anche attraente e di buon gusto, giustamente meta di un turismo colto e internazionale, che lo va a cercare e visitare proprio per il suo livello europeo. La caratteristica più personale del Museo Correale è proprio nella possibilità di contemplare con “tempi umani” le opere, proprio per la loro distribuzione e per quell’atmosfera vitale che è garantita dall’accurato e costante impegno professionale di chi vi si dedica, che ne ha fatto un polo museale d’avanguardia. Questa è l’anima del Correale: non c’è bisogno di un richiamo o di una “occasione “ per aver e il piacere di ritrovarlo e riscoprirlo. Ed è da questo Museo che Sorrento trae il maggiore dei suoi motivi di richiamo nel segno dell’Arte e della Cultura, componenti incomparabili della storia, per l’accrescimento di quell’azione di corretta e suggestiva informazione che il Correale merita per i valori che nobilmente esprime, ben meritando anche riconoscimento per quanti con impegno e professionalità lo curano.