Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

IL 13 OTTOBRE ALLE HAWAII

All’alba, novanta minuti di nuoto tra le onde del mare di Meta di Sorrento. Di pomeriggio, poi, un tour in bici sulle lingue d’asfalto delle due costiere o qualche ora di footing lungo le Tommaso Violanostrade di Massa Lubrense. Il sorrentino Tommaso Violano, campione nella disciplina del Triathlon, si prepara così alla nuova sfida del campionato del mondo di «Ironman», in programma alle Hawaii, negli Usa, il prossimo 13 ottobre. L’Ironman è una disciplina sportiva che si articola in tre prove massacranti: 3,86 chilometri di nuoto, 180,2 km in bicicletta, 42,195 km di corsa podistica ovvero la maratona. «Le tre prove vanno disputate una dopo l’altra, senza un attimo di respiro, e vince chi ha più energie da spendere», sottolinea Violano, spiegando che l’Ironman è il Triathlon originario. L’atleta costiero, classe 1972, è il secondo italiano, e l’unico campano, ad essersi qualificato per la competizione mondiale: Violano, infatti, nel corso dell’ultimo torneo europeo di Ironman (disputato a Francoforte, in Germania, lo scorso uno luglio)  ha fatto registrare un tempo davvero lusinghiero: nove ore e poco più di trentatrè minuti, migliorando di trenta minuti il suo record personale e staccando il pass per le Hawaii dinanzi a circa tremila avversari. «Sì – conferma Ernesto Lupacchio – il triathlon nasce proprio dalla gara dell’Ironman delle Hawaii, e rappresenta la manifestazione sportiva ‘no limits’ più seguita al mondo». In effetti, dopo il Superbowl e le finali Nba, l’Ironman è l’evento sportivo più seguito dai media Usa. Dunque, per Tommaso Violano, tanto lavoro prima di affrontare la prova alle Hawaii del 13 ottobre. Il campione sorrentino, dopo la preparazione a Modena (con gli atleti Ferraresi, Lambruschini e Baldini, l’allenatore di atletica Gigliotti, il preparatore Marco Russo), si è allenato nella «sua» costiera sorrentina. In particolare, ogni giorno, alle 6 del mattino, Tommaso Violano nuota per più di un’ora e mezza nello specchio d’acqua di Meta di Sorrento. Nel pomeriggio, alterna, poi, un tour in bicicletta sul percorso che si snoda dalla costiera sorrentina a Vietri sul Mare e qualche ora di corsa sulle strade di Massa Lubrense.