Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Cyparea

L’ Associazione Culturale Cypraea, fondata nel 1983 in penisola sorrentina da Cecilia Coppola, docente di lettere classiche, scrittrice e pittrice, ore la possibilità a giovani di tantissime nazioni dalle Americhe all’Europa, dall’Asia all’Africa di incontrarsi, di confrontarsi e divenire portavoce di messaggi di pace nel rispetto dei popoli, di amore per la tutela della natura e di conoscenza e diusione della storia delle loro civiltà.
Gli scopi dell’Associazione sono:
rivalutare la civiltà mediterranea, sviluppare la coscienza ambientalista, accomunare popoli di culture diverse e lontane, infondere nei giovani la certezza di poter cooperare alla costruzione di un futuro dove l’umanità possa vivere in pace al di là di ogni forma di violenza e di razzismo, diffondere la cultura della fratellanza ed insegnare ad investire il capitale dell’amore nella società e nelle famiglie, rendere la scuola parte attiva di ogni territorio e punto d’incontro di messaggi di fratellanza in uno sviluppo armonico della grande disciplina della vita. Per questi motivi percorre un suo itinerario rivolto alla scoperta delle bellezze e verità che la Natura racchiude e che bisogna dare in eredità alle generazioni future. Non basta sapere le cose, bisogna conoscerne l’importanza, e a quali dedicare il proprio tempo e la propria attenzione. Non basta l’impegno dei tecnici e degli scienziati per affrontare e risolvere i problemi legati alle emergenze planetarie, è necessario che specialmente i giovani ne approfondiscano la conoscenza. L’Associazione Cypraea ha sempre considerato la conoscenza della cultura come un campo dove la propria umanità fatta di logica e di sentimenti può spaziare e muoversi, interagendo con il mondo e tutti gli altri esseri, dando valore e signicato alla nostra identità nella misura in cui sviluppa il nostro senso di appartenenza alla comunità familiare, scolastica, locale, nazionale.
In questo senso la Cypraea coinvolge i giovani ad approfondire la cultura, per svilupparne la crescita umana, psicologica e spirituale con le seguenti manifestazioni:
“La Festa Internazionale della Primavera ” a cui partecipano da oltre un ventennio attivamente l’associazione Cypraea, la cultura, i giovani bambini, ragazzi ed adulti provenienti dai più lontani paesi, sia europei che extra europei, che vivono un’occasione di reciproca conoscenza e collaborazione. Una selezionata Giuria ha il compito di segnalare studenti di scuole primarie e secondarie, di Istituti e di Università che abbiano sviluppato ricerche, elaborati, disegni, foto, indagini, statistiche sui temi inerenti la pace, il mare, l’agricoltura e la sana alimentazione, proposti nei concorsi annuali che la Cypraea bandisce per questa manifestazione. La Festa Internazionale della Primavera ogni anno ha il suo epilogo in penisola sorrentina dove si riuniscono migliaia di ragazzi per ricevere il Premio Cypraea Giovane Europa. Il Premio Cypraea impegna i giovani a costituire la Giuria che in piena autonomia seleziona, sceglie e premia i personaggi del mondo della narrativa, del giornalismo, della ricerca scientica, dell’arte, della musica e della cooperazione umanitaria che abbiano profuso il loro impegno e la loro disponibilità con concretezza e passione nelle speciche culture. Strumento essenziale diventa il libro, protagonista dell’attività “Invito alla lettura” che la Cypraea promuove regalando ai giovani e agli insegnanti nella scuole superiori i testi da loro scelti anché possano avvicinarsi all’autore, comprenderne il pensiero per un successivo confronto – dibattito con lui nelle loro stesse aule. Gli Incontri Internazionali di Musica Classica e la Stagione concertistica giovanile che si riferiscono alla fruizione di questa disciplina intesa come sentiero che conduce allo spazio della Cultura e della Pace.