Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Il Natale Sorrentino, tra luci, suoni, eventi e mostre…
di Antonino Fiorentino


L’albero in Piazza Tasso (foto di Salvatore Cioffi)
L’albero in Piazza Tasso (foto di Salvatore Cioffi)

Anche quest’anno Sorrento vivrà un lungo Natale fatto di luci, suoni, divertimenti, eventi, mostre che animeranno la città per tutto dicembre e inizio gennaio perchè i turisti possano cogliere a pieno non solo la tipica atmosfera natalizia che trova la sua linfa vitale nelle antiche tradizioni locali ma anche il senso di accoglienza e di ospitalità che mettono a proprio agio ogni ospite e che lo fanno sentire come a casa propria, trasformando così la vacanza in qualcosa di indimenticabile. Il ricco programma di eventi predisposto dalla Fondazione Sorrento presieduta dall’armatore Gianluigi Aponte e diretta da Franco Simioli, in collaborazione con il Comune di Sorrento ha trovato nelle XXXII Giornate Professionali di Cinema, dal 30 novembre al 4 dicembre un’anticipazione di tutto rispetto con la presentazione in anteprima di films che caratterizzeranno non solo il periodo natalizio ma anche buona parte del nuovo anno. Le sale cinematografiche cittadine e quella delle Sirene dell’Hilton Sorrento Palace sono state lo scenario che ha visto la presenza dei più noti attori e registi italiani che hanno rinverdito i fasti degli indimenticati e indimenticabiliIncontri Internazionali del Cinema di Sorrento che si sono svolti fino a qualche anno fa. Già dal 30 novembre l’accensione  delle luminarie e dell’albero di Natale in Piazza Tasso ha dato inizio alla lunga festa natalizia che vede quasi ogni giorno un appuntamento particolare. Dal 3 al 6 dicembre l’antica chiesa di San Paolo con l’annesso chiostro ospiteranno la manifestazione “Divino vino”, dedicata all’enogastronomia, alla musica, all’arte. Diversi saranno poi gli appuntamenti con la musica classica con interpreti di eccellenza come i Solisti Veneti, il quartetto d’arpe “Melarpa Ensamble” il Quartetto d’Archi “Enarmonia” a Nuova Orchestra Scarlatti per la serata di beneficenza del Rotary all’Hilton Sorrento Palace. Ci piace segnalare il ritorno, il 29 dicembre, in via San Cesareo, ella Tavolata con Tombolata che cercherà di emulare quella dei vecchi tempi. La fine dell’anno sarà segnata dal “Ciuccio di fuoco” e dall’esecuzione della “Canzone de lo Capo d’Anno” in Piazza Tasso. Il 2010 sarà salutato con uno spettacolo di fuochi pirotecnici a Marina Piccola. Dobbiamo sottolineare che non solo il centro di Sorrento sarà coinvolto nelle manifestazioni natalizie ma anche i vari borghi: Santa Lucia con la festa omonima, Priora con il mercatino di Natale dal 5 all’8 dicembre e quello delle curiosità natalizie dall’8 al 24 dicembre in Piazza Veniero. Il Natale sorrentino non si esaurisce solo in queste manifestazioni artistiche ma attinge molto anche dalla tradizione locale. Un simbolo natalizio che non conosce tempo è il Presepe. Presepi più o meno artistici si possono visitare in tutte le chiese che per il Natale organizzano le Processioni di Gesù Bambino. Queste processioni, accompagnate dai festanti scoppiettii di botti e dai suoni di ciaramelle e zampogne, insieme alla Messa di mezzanotte nella Chiesa Cattedrale, ci ricordano che il Natale è soprattutto la festa della solidarietà e della famiglia. Le mura domestiche diventano il punto d’incontro di affetti ritrovati, del piacere di stare insieme vicino al presepe o all’albero di Natale. In casa si passa il tempo di festa con giochi tipicamente natalizi come ad esempio la tombola, o sgranocchiando insieme, in allegria, qualche dolce natalizio. E sì, perchè Natale è anche l’occasione per grandi mangiate di piatti tradizionali e soprattutto di dolci di cui è ricca la nostra tradizione: roccocò, sapienze, mustaccioli, paste reali, divino amore, zeppole e soprattutto struffoli grondanti di miele, diventano un attentato alla nostra linea. Per non parlare della frutta secca: noci di Sorrento, nocciole, fichi secchi, frutta candita e “follarielli”. Anche il palato in questi giorni cerca le sue soddisfazioni! Lo spirito del Natale però non è solo questo. In alcune zone della nostra penisola, infatti, rivivono tradizioni popolari come la rappresentazione del Presepe Vivente o spettacoli teatrali come “la Cantata dei Pastori” che ricorda la nascita di Gesù con personaggi tra il comico e il grottesco come Razzullo, Sarchiapone o i diavoli che contrastano, invano, il lieto evento. Forse abbiamo dato solo una sbiadita e incompleta immagine del Natale: poco si è scritto e molto ancora c’è da raccontare. Tuttavia il Natale è da vivere interiormente perchè è dimensione dello spirito che si fa fanciullo, che ci ricorda i bei tempi spensierati e che ci fa dimenticare, anche se solo per poco, le zone d’ombra del presente. Certamente vuole farci vivere una dimensione di pace e di serenità, lontana dai frastuoni del mondo e in stretta comunione con gli affetti più cari, nel segno della umana solidarietà e nello spirito di vera fratellanza.

Di seguito una breve fotogallery dell’accensione dell’Albero in Piazza Tasso
(foto di Franco Romano)

Fabrizio Frizzi e il sindaco Marco Fiorentino Lo Sceriffo Woody tra Fabrizio Frizzi e Marco Fiorentino Accensione dell’albero