Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Il Museobottega della Tarsialignea, MUTA, ha progettato la realizzazione di una rete tra le Associazioni ed i Musei che, a livello nazionale ed internazionale, sono impegnati nella salvaguardia e nella valorizzazione delle varie espressioni dell’Artigianato Artistico. All’interno della rete il modello di collaborazione sarà di volta in volta adattato non solo alle finalità perseguite dalle singole istituzioni, ma anche al contesto culturale nel quale le stesse operano. Il confronto consentirà di evidenziare le problematiche delle rispettive aree e le azioni intraprese per salvaguardare, oltre che la memoria, quanto resta delle attività tipiche dell’Artigianato Artistico locale. Le varie istituzioni, trasferendo nella rete il proprio bagaglio culturale, si arricchiranno delle esperienze altrui e di maggiori energie per promuovere programmi ed iniziative comuni. Il progetto, nonostante che la ricerca ed il coinvolgimento delle varie istituzioni sia ancora in corso, entra con questa iniziativa nella fase di concretizzazione. Il gemellaggio con l’Associazione Renzo Aiolfi, favorito dall’amicizia con la Dott.ssa Silvia Bottaro, studiosa ed autrice di pubblicazioni sugli intarsiatori di Savona, è il primo passo nella realizzazione della rete. Del resto il MUTA, a conferma della volontà di comunicare con altri comparti dell’intarsio, custodisce tra le sue collezioni anche mobili ed oggetti intarsiati che non sono sorrentini. Nella sezione dedicata alla Tarsia Italiana dell’Ottocento, oltre ai tavoli di Rolo e di Nizza, è esposto un tavolo di Savona, attribuito a Ignazio Scotto. A Savona l’Arte della Tarsia ebbe nell’Ottocento un notevole sviluppo, soprattutto nella decorazione di tavoli e mobili. I fratelli Vincenzo e Tommaso Garassini, Giuseppe Bertolotto e Ignazio Scotto furono i maestri intarsiatori più rappresentativi della produzione artistica locale che si concluse, agliinizi del Novecento, in assenza di una nuova generazione di intarsiatori ed a seguito della trasformazione del mercato. Il gemellaggio attiva la collaborazione tra due realtà rappresentative della cultura savonese e sorrentina che, nell’Ottocento, ebbero già modo di confrontarsi attraverso i rapporti avuti da Francesco Grandi, Direttore della Scuola d’Arte di Sorrento, con Vincenzo Garassini e lo scultore Giulio Monteverde. Il gemellaggio tra l’Associazione Aiolfi ed il MUTA è avvenuto nella serata del 6 novembre 2010 nella sala delle conferenze del Palazzo Pomarici Santomasi, sede del MUTA, in presenza di una folto gruppo di membri delle Associazioni G. Aiolfi di Savona e Amici del MUTA di Sorrento. Il valore aggiunto della manifestazione, finalizzata alla valorizzazione delle comuni radici culturali nel comparto dell’intarsio, è nell’aver posto le premesse per un più fattivo gemellaggio tra Savona e Sorrento. Lo hanno confermato il Sindaco di Sorrento Avv. Giuseppe Cuomo durante il suo intervento e l’Assessore al Patrimonio del Comune di Savona dott. Rosario Tuvè nel messaggio trasmesso attraverso la Dott. Bottaro, Presidente dell’Associazione Aiolfi. Il gemellaggio è stato suggellato con lo scambio di pubblicazioni e la consegna alla Dott. Bottaro della pergamena firmata dal Dott. Ciro Ruggiero che ne ha curato la grafica. Gli ospiti sono stati guidati nell’approfondimento delle collezioni del Museo dagli allievi dell’Istituto Polispecialistico San Paolo di Sorrento che, grazie all’attività della Prof. Giovanna Milano, ancora una volta hanno contribuito al successo delle manifestazioni culturali del territorio.

Gemellaggio tra Il Museobottega della Tarsialignea e l’Associazione G. Aiolfi di Savona