Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

CrawfordI risultati degli studi più recenti sull’opera del romanziere americano Francis Marion Crawford, vissuto a Sorrento dal 1886 al 1909 nella sua splendida villa di Sant’Agnello dove, dai suoi ammiratori, veniva indicato come “il Principe di Sorrento”, sono stati presentati nel convegno internazionale a cento anni dalla morte. Dai paesi più lontani, i massimi esperti dell’opera crawfordiana, hanno presentato in quattro giorni di studio i risultati delle loro ricerche. Dagli Stati Uniti John C. Moran, Patricia Hageman, Jane Pease; dall’Inghilterra Richard Dalby, dal Giappone Taeko Kitahara e quindi gli italiani: Alessandra Contenti e Richard Ambrosini dell’Università degli Studi Roma Tre; Lodovico Isoldo e Gordon M.Poole dell’Istituto Orientale di Napoli. Ai lusinghieri risultati del convegno del 1988, quando Gore Vidal, John Pilkington jr,. insieme ad altri specialisti di letteratura nord-americana, rilanciarono nell mondo della cultura la figura dello scrittore, si sono uniti altri importati tasselli che collocano Crawford al centro del dibattito coi suoi contemporanei più famosi: William D. Howells, Henry James, Virginia Woolf , Kipling ecc. (R.Ambrosini) La Hageman ha dato conto delle sue ricerche condotte non solo presso la New York Public Library ma anche a Roma e a Tokyo da cui è venuta alla luce un’inedita commedia scritta da Crawford di cui se ne supponeva solo l’esistenza. Il titolo provvisorio fu Evelyn Hastings e si aggiunse a quelle note e rappresentate quali Il romanzo di una sigaraia e la Francesca da Rimini scritta per la sua amica Sara Bernhardt. E’ stata messa a fuoco “l’arte del narrare” di Crawford (T. Kitahara – L. Isoldo), le donne della sua vita (A. Contenti – R. Dalby) e soprattutto il resoconto dettagliano e commovente della sua morte attraverso una lettera della moglie Elizabeth Berdan, scovata di recente da John C. Moran nello stato dell’Indiana presso la biblioteca dell’Università di Notre Dame. Dell’interessante convegno concluso con la partecipazione di Mariano Rigillo nella primavera del 2009 sono ora disponibili gli atti pubblicati in doppia lingua (inglese e italiano) dalla ‘Franco De Mauro Editore’ a cura di Gordon M.Poole. Il volume di circa trecento pagine con foto b/n e colori è disponibile presso il Centro Studi e Ricerche F.M.Crawford. Gli interessati possono farne richiesta con Email angel.is@alice.it.

Antonino De Angelis