Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Presepe1

Inaugurata il 7 dicembre, con l’intervento del sindaco Giuseppe Cuomo, la seconda edizione di Maestri in mostra, la rassegna di arte presepiale che riunisce fino al prossimo 8 gennaio a Villa Fiorentino i più illustri nomi della tradizione napoletana. L’esposizione, ospitata nella sede della Fondazione Sorrento, vede la partecipazione di oltre 40 maestri e di 65 opere, che potranno essere ammirate nelle varie sale: “scogli”, “moschelle”, scenografie classiche con l’inserimento, all’interno del percorso espositivo, di elementi originali rappresentati, ad esempio, dai presepi in corallo e in pasta di turchese. In vetrina opere di Ulderico Pinfildi, Pietro e Alfredo Molli, Marcello Aversa, Giuseppe Ercolano, Federico Iaccarino, Umberto Esposito, Bruno Alfano, Teresa Arpaia, Raffaele Auricchio, Angelo e Gianfranco Borriello, Gianluca Buonocore, Maria Rosaria Casato, Enrico Cigliano, Maria Rosaria Cocchia Eboli, Giuseppe e Luisa Coppola, Salvatore e Ivan De Francesco, Alberto De Luca, Alfredo De Pasquale, Enrico Di Maio, Vincenzo Garofalo, Antonio Giribono, Marco Innocenti, Michele Langella, Alfonso Malvone, Silverio Marrazzo, Fabio Marino, Giada Morsillo, Guglielmo Muoio, Cristina Nappo, Fabio natale, Alessandro Ottone, Michele Pelly, Rosanna Raiola, Nino Rocco, Nello Romano, Franco Scarpati, Luigi Tramontano, Lello Troncone e Giovanni Visciano.
È disponibile anche un catalogo della mostra e il cui ricavato sarà devoluto alla conferenza San Vincenzo de’ Paoli di Sorrento, per iniziative di beneficenza. Maestri in mostra sarà aperta tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle 21.

Presepe2

articolo di Antonino Siniscalchi, foto di Franco Romano