Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Ieranto

A partire dal 31 marzo e fino al mese di novembre di quest’anno, il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano – ha programmato una serie di speciali visite guidate nella Baia di Ieranto allo scopo di permettere ai frequentatori abituali e, soprattutto, a coloro che vi giungono per la prima volta di scoprire ed amare uno dei luoghi più belli e suggestivi della penisola sorrentina. Le guide del Fai accompagneranno i visitatori nei vari appuntamenti; essi, di volta in volta, saranno affiancati da esperti delle varie discipline per approfondire nel dettaglio i temi di maggiore interesse: dalla storia all’arte, dai miti alle leggente, dalla botanica all’agricoltura, dalla geologia all’archeologia, il tutto finalizzato alla tutela ambientale e al rispetto per la natura.. Il primo appuntamento è stato fissato per il 31 marzo ed avrà per tema “La baia del fiore sacro” dedicato all’affascinante mondo delle orchidee spontanee che crescono e sempre più si diffondono sulla spianata della vecchia cava dove ancora nella prima metà del Novecento brillavano gli esplosivi e sferragliavano i carrelli dell’Italsider. Accompagnatore speciale sarà Enrico Ferranti, agronomo e ricercatore, che sull’orchidea di Ieranto ha pubblicato un interessante volume. Sul sentiero, lungo il percorso saranno descritte le piante più significative per la lettura del particolare paesaggio naturale formatosi dal processo di selezione stimolato da fattori sia ambientali che antropici. Seguendo questo filo conduttore, le orchidee si rivelano l’esempio più straordinario del processo evolutivo, plasmando questi organismi in forme sofisticate e complesse: dal processo di impollinazione alla simbiosi. Chiunque ne resterà affascinato allorché si avvicinerà per conoscerla. La visita ha inizio dalla Torre di Montalto con una sosta alla casa colonica, per proseguire poi verso l’area della ex cava dove si potranno visitare gli interni delle costruzioni del piccolo insediamento di archeologia industriale e, finalmente, sulla spianata la scoperta del rarissimo “Fiore sacro”: la piccola orchidea spontanea che malgrado i vivaci, bellissimi colori, tende a sfuggire alla vista nascosta nel folto della macchia. Durante la giornata sarà possibile per i bambini partecipare ad una speciale lezione di “Scuola nella natura” sul tema della preziosa convivenza tra le api e i fiori La partecipazione alle visite è riservata a un massimo di 35 persone. È necessaria la prenotazione nei giorni precedenti. E’ richiesto un contributo di partecipazione. Si avverte che il percorso della visita non è adatto per le persone con difficoltà di movimento.

Antonino De Angelis

Per info e prenotazioni:
FAI – Baia di Ieranto
3358410253
www.fondoambiente.it
faiieranto@fondoambiente.it