Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Grand Hotel La Pace

In programma venerdì primo giugno al Grand Hotel «La Pace» di Sant’Agnello. A partire dalle 17, il matematico di origini santanellesi sarà ricordato dalla nipote Maddalena Ferraro, promotrice della manifestazione, e da Antonino Cuomo, presidente dell’Associazione studi storici sorrentini. A seguire, le relazioni di Wieslaw Macek, professore ordinario di Astrofisica, Fisica dello spazio e Matematica applicata dell’università di Varsavia, ed Umberto Villone, ordinario di Fisica spaziale dell’università dell’Aquila e direttore della International School of Space Science. Dalle 18, invece, al tavolo dei relatori si alterneranno Marco Velli, ricercatore dell’università di Firenze, Vincenzo Carbone, ordinario di Fisica presso l’università della Calabria, e Roberto Bruno, esponente dell’Istituto di astrofisica e planetologia spaziale. Al termine, il premio «Vincenzo Ferraro», consistente in una borsa di studio di 2500 euro, sarà consegnato allo studente che avrà realizzato la migliore tesi di laurea in magnetoidrodinamica. «Sarà l’occasione non solo per celebrare un illustre concittadino – osserva il sindaco di Sant’Agnello, Gian Michele Orlando – ma anche per riaffermare lo straordinario valore culturale dell’opera e della ricerca di Ferraro». Nato nel 1907 a Londra da Filippo ed Amalia, entrambi originari di Sant’Agnello, Vincenzo Ferraro fu autore di una lunga serie di importanti scoperte scientifiche. A cominciare dalla guaina «Ferraro-Rosenmbluth», che separa un plasma da un campo magnetico, per finire con la teoria delle oscillazioni torsiali idromagnetiche. Frutto delle geniali intuizioni dello scienziato santanellese furono anche la legge dell’isorotazione, la teoria della diffusione degli ioni nella ionosfera e la teoria delle tempeste magnetiche, che in collaborazione con Sidney Chapman.

Annarita Siniscalchi