Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Vico Equense, consegnati i premi “Capo d’Orlando”

Le meraviglie e i misteri ancora inesplorati dell’Universo sono stati il filo conduttore della quattordicesima edizione del premio “Capo d’Orlando”, il prestigioso riconoscimento scientifico ideato dal direttore del Museo Mineralogico Campano Umberto Celentano. Ospite d’onore dell’edizione 2012 il premio Nobel per la Fisica George F. Smoot che ha illustrato la mappa dell’Universo a partire dal Big Bang, in una sorta di macchina del tempo fatta di stelle e galassie. L’astrofisico Giovanni Fabrizio Bignami, premio Capo d’Orlando per la divulgazione scientifica, si è invece soffermato su “Cosa resta da scoprire”, come recita il titolo del libro e della serie tv trasmessa da National Geographic Channel. Bignami ha immaginato quali enigmi potrebbero essere sciolti nei prossimi 50 anni in vista del 2062, anno in cui la cometa di Halley ripasserà vicino alla Terra. Per quella data, ipotizza lo scienziato, l’uomo potrebbe aver trovato le risposte ad interrogativi che lo attanagliano da sempre quali la prova certa di forme di vita extraterrestri e il rapporto tra materia ed energia nell’Universo. Le scoperte scientifiche sarebbero però nulla senza la divulgazione presso il grande pubblico. Sull’importanza della comunicazione scientifica si è quindi soffermato Fabrizio Zucchini, responsabile della comunicazione dell’Agenzia Spaziale Italiana e premio Capo d’Orlando per la Comunicazione Multimediale. Zucchini ha illustrato come comunicare lo Spazio affiancando i new media ai media tradizionali per avvicinare platee sempre più giovani al mondo della scienza. Il riconoscimento per la sezione “Scienza e industria” è stato invece consegnato all’imprenditore Gian Pietro Beghelli, che ha sottolineato l’importanza di investire nella ricerca e nell’innovazione per tenere il passo della globalizzazione e dei più competitivi mercati asiatici in una fase certamente critica per l’intero sistema Paese. Nel corso della manifestazione non sono però mancate le sorprese: l’amministrazione comunale della cittadina siciliana di Capo d’Orlando ha insignito di una targa il direttore Umberto Celentano in segno si stima per rinsaldare i rapporti di interscambio culturale già in atto da tempo tra i due comuni. «Questo riconoscimento – ha commentato l’ideatore del premio – sottolinea sempre di più l’importanza di fare squadra per continuare a crescere insieme in un periodo storico critico in cui sarebbe facile mettere da parte la cultura. In uno scenario cupo noi vogliamo ancora scommettere sulla scienza, nonostante tutto».

Claudia Esposito

Vico Equense, consegnati i premi “Capo d’Orlando” Vico Equense, consegnati i premi “Capo d’Orlando” Vico Equense, consegnati i premi “Capo d’Orlando” Vico Equense, consegnati i premi “Capo d’Orlando” Vico Equense, consegnati i premi “Capo d’Orlando” Vico Equense, consegnati i premi “Capo d’Orlando”