Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Premio Caruso 2012Torna anche quest’anno su Raiuno in prima serata Una notte per Caruso – Premio Caruso 2012, spettacolo prodotto dalla Vittoria Cappelli srl, per la regia di Roberto Croce. A Sorrento il prossimo 5 luglio un cast composto da straordinari cantanti e danzatori, renderanno omaggio alla canzone italiana nel mondo e tre delle sue voci: Enrico Caruso, Carlo Buti e Lucio Dalla. Tre artisti che hanno conquistato le platee internazionali con la loro musica e che hanno avuto un forte legame artistico con la città di Sorrento. Marina Grande di Sorrento si trasformerà in un set televisivo e lo splendido teatro sul mare, montato per l’occasione con uno spettacolare impianto multimediale dello scenografo Marco Calzavara a fare da sfondo, sarà lo scenario per una serata di grande emozione che il pubblico potrà guardare su Raiuno il 14 luglio alle 21.10. E se è noto a tutti che Lucio Dalla abbia composto la splendida Caruso, nella stanza dell’albergo sorrentino, in cui il grande tenore Enrico Caruso trascorse gli ultimi giorni della sua esistenza, forse non tutti sanno che nel repertorio di Carlo Buti (1902- 1963), primo cantante della RAI (all’epoca EIAR), capostipite del cantar melodico e modello di tutti i nostri più grandi interpreti del genere da Claudio Villa a Giorgio Consolini, da Luciano Tajoli a Narciso Parigi, comparivano ben cinque brani con il nome della città che ospita la manifestazione nel titolo. Uno di questi brani, Sorrento, fu scritto nel 1934 dal grande Totò (Antonio De Curtis) assieme a Ernesto Murolo, padre di Roberto. Se si considera poi che l’abitazione italiana di Enrico Caruso, Villa Bellosguardo, sita a Lastra a Signa sulle colline fiorentine, è limitrofa alla residenza di Carlo Buti, il cerchio si chiude. Ecco spiegato perché la sera di sabato 14 luglio Una Notte per Caruso designerà l’evento nell’evento: il gemellaggio artistico tra i Comuni di Sorrento e Lastra a Signa. Tanti gli artisti coinvolti da Fiorella Mannoia a Samuele Bersani, da Noa a Tosca. Ampio spazio sarà dedicato come ogni anno anche alla danza, con le coreografie originali di Mvula Sungani create per l’elegante e rigorosa prima ballerina internazionale Emanuela Bianchini, accompagnata durante la serata da Emanuele Pironti, dalla straordinaria coppia di ballerini di tango formata da Claudio e Armanda Di Stazio e dagli artisti della Compagnia Mvula Sungani, che il pubblico ha già avuto modo di apprezzare per aver danzato nei maggiori teatri europei, e per la sua partecipazione a molti programmi televisivi, tra cui il Concerto di Capodanno dalla Fenice di Venezia trasmesso in mondovisione e Mettiamoci all’Opera (Rai1). A Enrico Caruso è intitolato il premio assegnato ogni anno dalla città di Sorrento. Il Premio Caruso 2012 sarà consegnato sul palco di Marina Grande dal sindaco Giuseppe Cuomo a un grande artista che ha contribuito a diffondere la cultura e la musica italiana nel mondo. A Paola Saluzzi e Luca Ward è affidato il compito di raccontare e accompagnare lo spettatore in questo viaggio nel repertorio delle canzoni italiane che hanno appassionato milioni di ascoltatori. La direzione musicale e gli arrangiamenti sono affidati al maestro Vince Tempera che guiderà per l’occasione l’Orchestra Universale Italiana. I costumi dei balletti e di tutti i momenti di spettacolo sono disegnati e realizzati da Giuseppe Tramontano, noto designer che ha firmato gli abiti di scena di numerose produzioni cinematografiche, teatrali e televisive. “Una notte per Caruso” sarà trasmessa in tutto il mondo.