Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Sorrento Gentile 2012

Torna l’estate e ritorna a Sorrento, per il terzo anno consecutivo, la rassegna “Sorrento gentile. Incontri con i protagonisti”, curata e condotta dalla giornalista e scrittrice Giuliana Gargiulo, nell’antico e suggestivo Chiostro di San Francesco. Dal 12 luglio, ci aspettano sei nuovi incontri, tutti di giovedì, tutti alle 19.30, con altrettanti protagonisti del teatro, del giornalismo, della letteratura, dello spettacolo in generale. Inaugurata nel 2010 con strepitoso successo dall’esplosiva madrina d’onore Marisa Laurito, nelle passate edizioni la rassegna ha suscitato grande interesse con personaggi di prestigio come, fra i tanti, Claudio Angelini, Alfonso Iaccarino, Luciano De Crescenzo, Antonio Ghirelli, Hafez Haidar, Shodo Habukawa, proseguita nel 2011 con Carla Fracci e Beppe Menegatti, Maria letizia Compatangelo, Melisanda Massei Autunnali, Renato de Falco, Alfonso Iaccarino e Nino Cuomo. Si comincia alla grande, giovedì 12 luglio, con un attesissimo “Omaggio al Teatro San Carlo”. La musicologa e giornalista Laura Valente, responsabile ufficio stampa del noto ente lirico, ed il fotografo Luciano Romano, che da anni documenta con il suo lavoro “di scena” tutti i momenti salienti del cartellone, presentano il volume “Teatro San Carlo” edito da Arte’m, con il supporto di Elisabetta Testa, giornalista e critico di danza, che non mancherà di celebrare i 200 anni della più antica scuola di ballo al mondo, quella appunto del Teatro San Carlo, fondata nel 1812. L’omaggio al Lirico più antico del mondo (fu inaugurato nel 1737, quarant’anni prima del Teatro alla Scala), osannato da Dumas e Stendhal, da Riccardo Muti e Rudolf Nureyev, sarà arricchito dalle proiezioni di una selezione di fotografie di Luciano Romano e dagli interventi danzati della Compagnia di ballo di Patty Schisa. La rassegna prosegue giovedì 19 luglio con la giornalista e scrittrice Cinzia Tani, autrice del romanzo Il bacio della Dionea: i segreti delle piante carnivore; la rivoluzione; la guerra e l’amore; tutte le passioni di una donna coraggiosa tra i due mondi, in una storia appassionante che si svolge ai primi del Novecento. Cinzia Tani, lo ricordiamo, è autrice e conduttrice di noti programmi televisivi tra cui “Sabato Giallo”, “Visioni private” e “FantasticaMente” , ha vinto il Premio Campiello nel 2007 con il libro Sole e ombra e, nel 2004, è stata nominata cavaliere della Repubblica dal presidente Carlo Azeglio Ciampi. Con grande gioia ed onore, il terzo appuntamento della rassegna, giovedì 26 luglio, ha per titolo “Viva l’Italia” e prevede la partecipazione del sottoscritto. Giuliana Gargiulo ha preso spunto dal mio libro Balla Italia. 150 buoni motivi per ballare italiano da Trieste in giù (Graus Editore) per festeggiare insieme, con tante “canzonette” – come scrive Renzo Arbore nella sua divertente prefazione al libro – l’unità del Paese, con una serata ricca di musica e di allegria. Balla Italia è infatti una sorta di “musicarello”, “un libro che resterà ai giovani per sapere, ai meno giovani per ricordare”, come ha scritto Marisa Laurito nella sua affettuosa Serenata. Perché 150 anni dopo la celebrata Unità d’Italia, una domanda resta più che mai attuale: che cosa riesce a tenere veramente unito il Bel Paese? Per ricordare 150 anni d’Italia, è nato Balla Italia, un libro/compilation, in ordine alfabetico e senza soluzione di continuità, di 150 canzoni azzurrissime, un po’ di “lenti” e molti “svelti” che, dall’Ottocento a oggi, sono ancora e per sempre capaci di tenere in piedi il Paese. Almeno per danzar! Da Arbore a Celentano, da Volare a Fabri Fibra, da Ligabue a Raffaella Carrà, da Carosone a Peppino di Capri, dal Quartetto Cetra alle Kessler, da Vasco Rossi a Battisti, Battiato, Bertè… Autori, interpreti, curiosità, collocazione e indicazioni d’uso. “Sorrento Gentile”, il cui titolo è nato da un’idea del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, curata da Giuliana Gargiulo, sorrentina di nascita e napoletana di adozione, nipote dello storico Manfredi Fasulo, autrice di interviste a protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo e di numerosi libri (molti su Sorrento), nonchè animatrice di importanti eventi: “nasce da una felice e poetica intuizione”, dice la conduttrice: ”Sorrento ha certamente una vocazione turistica, ma non solo. La città deve tornare a riscoprire l’antico ruolo di centro culturale”. “Investiamo molto nella promozione di eventi culturali – ha confermato il sindaco Cuomo – e Sorrento Gentile vuole sottolineare lo spirito di questa terra, legato all’ospitalità: Vogliamo offrire ai visitatori e ai cittadini l’opportunità di unire occasioni di svago a momenti di crescita culturale”. Come ogni anno “Sorrento Gentile” andrà avanti anche in agosto con altri ospiti eccellenti. Che non mancheremo di segnalarvi sul prossimo numero di Surrentum.

Ciro Cacciola