Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Oreste & Maria Attardi

In tempi profondamente innovativi nel rapporto di coppia, in cui lievitano separazioni e divorzi, due coniugi sorrentini hanno festeggiato l’altra sera il 65mo anniversario del loro matrimonio. Lei, Maria Schisano, ha 87 anni e lui Oreste Attardi 92: si sposarono il 7 aprile 1948, quando in Italia era appena entrata in vigore la costituzione repubblicana, nella Chiesa della Madonna del Carmine, alla quale sono sempre stati devoti. Domenica sera, durante una messa celebrata nella Cattedrale si Sorrento, Maria e Oreste hanno rinnovato la promessa di fedeltà davanti al parroco don Carmine Giudici. Attorno ai due coniugi di lungo corso, non solo i sette figli (il primogenito Raffaele, ingegnere chimico, già sindaco di Sorrento, Carmela, Marietta, Anna, Fatima, Natalino e Giuseppe), 14 nipoti e due pronipoti, ma anche tanti amici e conoscenti. Per tutti, al di là della certezza di trovarsi davanti ad una coppia che ha saputo rafforzare ogni giorno il loro amore coniugale, solo un piccolo dubbio: come va definita la ricorrenza di chi arriva a festeggiare 65 anni di matrimonio? C’è chi parla di nozze di ferro e altri di nozze di granito. Anche questa incertezza, però, conferma che le nozze di lungo corso di Oreste e Maria sono un evento da record in penisola sorrentina. Lui, nel giorno del matrimonio, aveva 27 anni e lei 23. Don Carmine Giudici ha spiegato che le gioie familiari, al di là dell’affetto coniugale, hanno rappresentato il segreto che tuttora li unisce. Difatti, sulla torta preparata per l’evento, spiccavano i nomi di figli e consorti, nipoti e pronipoti. Oreste ha lavorato fino a pochi anni fa nel settore della tarsia sorrentina. Da valente artigiano a commerciante con un negozio tuttora in attività nel centro storico. Per i suoi concittadini, ha il merito di avere sempre saputo dividere bene il suo tempo tra il lavoro, la famiglia e gli amici. Maria è stata una maestra che ha insegnato l’abc a tante generazioni di scolari sorrentini.

articolo di Gianni Siniscalchi,
fonte IL MATTINO del 09/04/2013