Italiano English


    • Periodico di
      Informazione turistica
      Aut. Trib. NA n.3104 del 15.04.1982

      Editrice Surrentum
      Viale Montariello, 8 - Sorrento

      Direttore Responsabile:
      Antonino Siniscalchi

      Redazione:
      Luisa Fiorentino
      Mariano Russo

      'Surrentum' viene stampato in 13.000 copie da 'Tip. La Sorrentina' Sorrento
  • Sponsor

Shodo HabukawaSabato 21 Agosto (alle ore 19) al Chiostro di S. Francesco, a chiusura del programma di “Sorrento Gentile – Incontri con i protagonisti”, organizzato dal Comune di Sorrento, nell’ambito dell’attività culturale, sarà presente Shodo Habukawa, docente alla Koyasan University di Tokio, Capo dei monaci buddisti shingon, anziano del tempio sul Monte di Koya in Giappone. La sua presenza trova origine in una particolare confessione fatta dallo stesso, nell’agosto 1992, in un incontro con Don Giussani, di cui era molto amico, all’Istituto Sacro Cuore di Milano (prima di partecipare al Meeting di Rimini). Nel mezzo di uno scambio su diversi argomenti, il discorso cadde sulla musica ed il prof. Habukawa confessò che gli piaceva moltissimo la musica italiana ed aggiunse: “in particolare la musica napoletana”. Tale affermazione sorprese molto Don Giussani che subito gli chiese: “Come mai, perché?”. Il professore giapponese, scusandosi della pronunzia, rispose in napoletano: “turn’a Surriento”. Questa confessione sorprese ancora di più tutti i presenti e Don Giussani, spinto maggiormente da curiosità chiese: “Perché turn’a Surriento?” Shodo Habukawa rimase un attimo in silenzio e, rompendo il silenzio generale, disse una parola, in italiano “malinconia”. Don Giussani fu così colpito da questa risposta che dedicò il suo intervento da lì a poche settimane, in quella che, nell’esperienza di Comunione e Liberazione, viene chiamata “la giornata di inizio d’anno”, dell’anno sociale, dedicò il suo intervento sottolineando la profondità di questa parola: “malinconia” vuol dire domanda, vuol dire nostalgia del cuore per l’infinito che ci fa e che attendiamo di dovere incontrare. Nel 2008, il sorrentino Antonino Apreda regalò al prof. Habukawa una copia del libro “Torna a Surriento, Cento anni d’amore”, edito per il Centenario della prima audizione della canzone, invitandolo a venire a Sorrento per una visita alla città e spiegare l’influsso della canzone dei fratelli De Curtis nella meditazione dei monaci buddisti shingon. E tale appuntamento si verificherà sabato 21 Agosto prossimo! Conclusione più bella non poteva avere la prima edizione di “Sorrento gentile – Incontri con i protagonisti” che Giuliana Gargiulo ha organizzato per l’estate sorrentina 2010.

Nino Cuomo